Elezioni Amministrative 2018

PROGETTO ACCOGLIENZA RICHIEDENTI ASILO

Posta Elettronica Certificata

 Fattura Elettronica

Cambio di residenza in tempo reale

 Sportello Unico per le Attività Produttive

Con tale link si assolve all’obbligo di pubblicazione della nuova modulistica edilizia unificata e standardizzata

Manuale Protocollo Informatico Calcolo IUC 

Prevenzione Oncologica Gratuita (Screening)

 

Fotogallery

    Fotogallery

BENVENUTI NEL SITO DEL COMUNE DI DECOLLATURA

News

 

Avviso di pubblicazione per la consultazione pubblica
Data pubblicazione : 27-01-2014

 AVVISO DI PUBBLICAZIONE PER LA CONSULTAZIONE PUBBLICA DELLA BOZZA PRELIMINARE DI PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L’INTEGRITA' 2014/2016

 

Il Comune di Decollatura sottopone a procedura di consultazione pubblica la bozza preliminare di Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità 2014/2016 da  adottare  con deliberazione della Giunta Comunale entro il 31 gennaio 2014. 

Al fine di assicurare il massimo coinvolgimento nella presente procedura di consultazione, si invitano i soggetti portatori di interesse in relazione all’attività dell’Amministrazione, siano essi soggetti pubblici o privati, gruppi organizzati e non, singoli cittadini, a far pervenire proposte ed osservazioni.

Ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 33/2013 sono, in particolare, invitate a presentare osservazioni le associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti.

Eventuali osservazioni o proposte di modifica, indirizzate al Responsabile per la Trasparenza, dovranno essere trasmesse da parte dei soggetti interessati, utilizzando, entro il 31 gennaio 2014, mediante:

  • consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Decollatura;
  • posta certificata all’indirizzo servizigenerali@pec. comune.decollatura.cz.it;
  • raccomandata a.r. all’indirizzo Piazza G. Perri n. 5 – 89041 Decollatura  (CZ)

Si ringraziano tutti gli interessati per la collaborazione che vorranno prestare.

Decollatura, 27 gennaio 2014

     Il Segretario Comunale

f.to dott. Fabrizio lo Moro

 

COMUNE DI DECOLLATURA

PROVINCIA DI CATANZARO

 

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA

TRASPARENZA E L’INTEGRITA’

2014-2016

    

I N D I C E

Premessa

1. Procedimenti di elaborazione e attuazione del programma

1.1. I Soggetti

1.2. Il Responsabile per la trasparenza

1.3. I Responsabili di Servizio  dell’Ente

1.4. L’Organismo Comunale di Valutazione

1.5. La Giunta Comunale

2. I dati da pubblicare sul sito istituzionale del Comune

3. Il processo di pubblicazione dei dati

4. Il diritto di accesso e le modalità di relativo esercizio

4.1 Il procedimento

4.2 Ritardo o mancata risposta

4.3 Tutela dell’accesso civico

5. Le azioni specifiche di trasparenza del Comune

5.1 Iniziative concernenti l’integrità e la legalità dell’azione amministrativa – prevenzione della corruzione

5.2. Le iniziative mirate di comunicazione istituzionale

5.3 Il Piano e la Relazione sulla Performance

5.4 Il coinvolgimento degli stakeholder

5.5 La pubblicazione del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità e del suo stato di attuazione

5.6 Organizzazione e risultati attesi delle Giornate della Trasparenza

6. Dati ulteriori

7. Le sanzioni

 Premessa

Le recenti e numerose modifiche normative nell’ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali la revisione e la riorganizzazione dei propri assetti organizzativi e normativi, al fine di rendere la struttura più efficace, efficiente ed economica, ma anche più moderna e performante.

A tal proposito, alla luce dei rapidi e continui sviluppi tecnologici che permettono un’accessibilità e

una conoscibilità dell’attività amministrativa sempre più ampia e incisiva, un ruolo fondamentale riveste oggi la trasparenza nei confronti dei cittadini e dell’intera collettività, poiché rappresenta uno strumento essenziale per assicurare i valori costituzionali dell’imparzialità e del buon andamento delle pubbliche amministrazioni, così come sancito dall’art. 97 della Costituzione, per favorire il controllo sociale sull’azione amministrativa e in modo tale da promuovere la diffusione della cultura della legalità e dell’integrità nel settore pubblico.

In particolare, l’articolo 1 del Decreto Legislativo 33 del 15 marzo 2013 dà una precisa definizione della trasparenza, da intendersi in senso sostanziale come “accessibilità totale delle informazioni concernenti l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche”, ai sensi dell’articolo 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione.

Il pieno rispetto degli obblighi di trasparenza costituisce livello essenziale di prestazione, come tale non comprimibile in sede locale, e inoltre un valido strumento di prevenzione e di lotta alla corruzione, garantendo in tal modo la piena attuazione dei principi previsti anche dalla normativa nazionale e internazionale.

Accanto al diritto di ogni cittadino di accedere ai documenti amministrativi che lo coinvolgono, così

come previsto dalla Legge n. 241/1990, ci sono precisi doveri posti in capo alle pubbliche amministrazioni di rendere conoscibili alla collettività la totalità delle informazioni su organizzazione e attività erogate.

Il D.Lgs. 33 del 15 marzo 2013 introduce il diritto di accesso civico, sancendo il principio che l'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.

Il decreto, tra l’altro, assegna definitivamente anche alle pubbliche amministrazioni locali l’obbligo di predisporre il “Programma triennale per la trasparenza e l’integrità”adottato dall’organo di indirizzo politico amministrativo, da aggiornarsi annualmente, sentite le associazioni dei consumatori e degli utenti, allo scopo di individuare concrete azioni e iniziative finalizzate a garantire:

a) un adeguato livello di trasparenza, anche sulla base delle linee guida elaborate dalla Commissione di cui all'articolo 13 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150;

b) la legalità e lo sviluppo della cultura dell'integrità'.

Il programma contiene:

- gli obiettivi che l’ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza;

- le finalità degli interventi atti a sviluppare la diffusione della cultura della integrità e della  legalità;

- gli “stakeholder” interni ed esterni interessati agli interventi previsti;

- i settori di riferimento e le singole concrete azioni definite, con individuazione delle modalità, dei tempi di attuazione, delle risorse dedicate e degli strumenti di verifica.

Il Programma triennale della trasparenza costituisce uno degli elementi fondamentali nella innovata visione legislativa del ruolo delle amministrazioni pubbliche, fortemente ancorata al concetto di performance e di prevenzione della corruzione.

Le amministrazioni devono dichiarare e pubblicizzare i propri obiettivi, costruiti in relazione alle effettive esigenze dei cittadini, i quali, a loro volta, devono essere messi in grado di valutare se, come, quando e con quali risorse quegli stessi obiettivi vengono raggiunti.

La pubblicizzazione dei dati relativi alle performance sui siti delle amministrazioni rende poi comparabili i risultati raggiunti, avviando un processo virtuoso di confronto e crescita.

È quindi il concetto stesso di performance che richiede l’implementazione di un sistema volto a garantire effettiva conoscibilità e comparabilità dell’agire delle amministrazioni.

Le misure del Programma triennale sono collegate, sotto l'indirizzo del responsabile, con le misure e gli interventi previsti dal Piano di prevenzione della corruzione.

A tal fine, il Programma triennale della trasparenza costituisce di norma una sezione del Piano di prevenzione della corruzione.

Gli obiettivi indicati nel Programma triennale della trasparenza sono formulati in collegamento con la programmazione strategica e operativa dell'amministrazione, definita in via generale nel Piano delle performance e negli analoghi strumenti di programmazione previsti dal Comune.

La promozione di maggiori livelli di trasparenza costituisce un'area strategica di ogni amministrazione, che deve tradursi nella definizione di obiettivi organizzativi e individuali.

Questo documento, redatto ai sensi dell’art. 10 D.Lgs. 33/2013 e in riferimento alle linee guida elaborate dalla CIVIT - Commissione Indipendente per la Valutazione la Trasparenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche (ora ANC) , indica le principali azioni e le linee di intervento che il

Comune di Decollatura intende seguire nell’arco del triennio 2014-2016 in tema di trasparenza.

 

 

 

1. Procedimenti di elaborazione e attuazione del Programma

 

1.1.            I Soggetti

 

I soggetti che, all'interno dell'Ente, partecipano a vario titolo e con diverse responsabilità al processo di elaborazione ed attuazione del Programma triennale per la Trasparenza e l'Integrità sono:

a) il Responsabile per la Trasparenza;

b) i Responsabili di Servizio;

c) l’Organismo Comunale di Valutazione;

e) la Giunta Comunale

 

1.2. Il Responsabile per la trasparenza

 

Il Responsabile per la trasparenza è individuato nel Segretario Comunale, già nominato Responsabile per la Prevenzione della Corruzione.

- Elabora ed aggiorna il Programma triennale per la Trasparenza e l'Integrità;

- Controlla l'attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e segnala all'Organo di Indirizzo Politico, all’Organismo Comunale di Valutazione, all'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) e, nei casi più gravi, all'Ufficio per i Procedimenti Disciplinari (UPD) i casi di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione.

- Controlla ed assicura la regolare attuazione dell'accesso civico.

 

1.3. I Responsabili di Area dell'Ente

- Adempiono agli obblighi di pubblicazione dei dati, delle informazioni e dei documenti, di cui all'Allegato 1)  d. lsg 3372013;

- Garantiscono il tempestivo e regolare flusso delle informazioni da pubblicare in formato aperto;

- Garantiscono l'integrità, il costante aggiornamento, la completezza, la tempestività, la semplicità di consultazione, la facile accessibilità e la conformità ai documenti originali in possesso dell'Amministrazione, l'indicazione della loro provenienza e la riutilizzabilità delle informazioni pubblicate.

In applicazione dell'art. 6, comma 1, lett. d), della L. 241/1990, ogni Responsabile dovrà individuare, tra i propri collaboratori, i responsabili della pubblicazione, ove diversi dai responsabili di procedimento. Tale indicazione andrà trasmessa al Responsabile per la Trasparenza.

 

 

1.4 L’Organismo Comunale di Valutazione

- verifica la coerenza tra gli obiettivi previsti nel Programma Triennale per la Trasparenza e quelli

indicati nel Piano della performance e/o altri strumenti equivalenti;

- verifica ed attesta periodicamente ed in relazione alle delibere dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.A.C) l'assolvimento degli obblighi di pubblicazione;

- utilizza le informazioni e i dati relativi all'attuazione degli obblighi di trasparenza ai fini della misurazione e valutazione della performance organizzativa ed individuale dei Responsabili.

 

1.5 La Giunta Comunale

- approva il Programma triennale della trasparenza e della integrità, prendendo atto dei relativi monitoraggi e aggiornamenti annuali predisposti dal Responsabile per la trasparenza. Nell’arco del triennio di riferimento potrà essere attivata una fase di confronto e di partecipazione con il coinvolgimento delle associazioni cittadine di tutela dei consumatori, di Cittadinanza Attiva (stakeholder esterni).

 

2. I dati da pubblicare sul sito istituzionale del comune

 

Questa sezione del Programma contiene l’elenco dei dati che sono inseriti all’interno del sito istituzionale del Comune di Decollatura www.comune.decollatura.cz.it. L’elenco non è esaustivo, perché dovrà essere aggiornato a quelle disposizioni normative o indicazioni metodologiche specifiche e di dettaglio, anche tecnico, che potrebbero essere emesse a seguire l’approvazione formale del presente Piano nel corso del triennio di riferimento.

A tal riguardo, l’amministrazione deve tenere conto anche delle disposizioni in materia di dati personali, comprensive delle delibere dell’Autorità garante.

Sulla base dell’attuale vigente normativa, ai fini della piena accessibilità delle informazioni pubblicate, nella home page del sito comunale è realizzata un'apposita sezione denominata «Amministrazione trasparente» al cui interno sono contenuti i dati, le informazioni e i documenti pubblicati ai sensi della normativa vigente, concernenti l'organizzazione e l'attività dell’ente.

 

3. Il processo di pubblicazione dei dati

 

In coerenza con le vigenti disposizioni, è stata allestita sul portale un’apposita sezione, denominata “Amministrazione trasparente” che contiene tutti i dati previsti nello schema, previsto dal D.Lgs. 33/2013 e riportato all’art. 2 del presente programma.

La pubblicazione on line dovrà essere effettuata in coerenza con quanto riportato nel decreto legislativo n. 33/2013 e nelle “Linee per la pubblicazione dei siti web delle pubbliche amministrazioni” edizioni 2011 e 2012, in particolare con le indicazioni relative ai seguenti argomenti:

trasparenza e contenuti minimi dei siti pubblici;

aggiornamento e visibilità dei contenuti;

accessibilità e usabilità;

classificazione e semantica;

qualità delle informazioni;

dati aperti e riutilizzo.

Secondo le linee organizzative in vigore nell’ente i dati, inseriti e aggiornati dagli uffici competenti e sotto la loro rispettiva responsabilità, sono “validati” in quanto a completezza e coerenza complessiva dal Segretario Comunale che è individuato quale Responsabile della trasparenza, e quindi pubblicati; i dati sono soggetti a continuo monitoraggio, per assicurare l’effettivo aggiornamento delle informazioni.

Il Responsabile della trasparenza costituisce il referente non solo del procedimento di formazione, adozione e attuazione del Programma, ma dell’intero processo di realizzazione di tutte le iniziative volte, nel loro complesso, a garantire un adeguato livello di trasparenza, nonché la legalità e lo sviluppo della cultura dell’integrità.

Ovviamente ciò non incide sulla responsabilità di ciascuna Posizione Organizzativa competente per materia in merito agli onere di pubblicazione e di trasparenza.

Sarà cura del Responsabile della trasparenza predisporre un report annuale da inviare all’Organismo Comunale di Valutazione che lo utilizzerà per l’attestazione sull’assolvimento degli obblighi di trasparenza.

I dati pubblicati saranno completati e poi riorganizzati secondo l’allegato  degli obblighi di pubblicazione ( Allegato 1 D.Lsg. n. 33/2013).

Occorre inoltre che tutti i testi prodotti siano redatti in maniera tale da essere compresi da chi li riceve, attraverso l’utilizzo di un linguaggio comprensibile, evitando espressioni burocratiche, abbreviazioni e termini tecnici.

 

4. Il diritto di accesso civico e le modalità di relativo esercizio

 

Il Decreto Legislativo n. 33 del 2013 all’art. 5 introduce nel nostro ordinamento il diritto di accesso civico, diretta conseguenza dell’obbligo in capo all’amministrazione di pubblicare i propri dati, documenti e informazioni. Si configura, pertanto, come uno strumento di garanzia dei diritti di conoscenza e uso dei dati, definiti dalla norma.

Il Comune di Decollatura  è fermamente impegnato nella completa ed esaustiva pubblicazione di tutti i dati e informazioni che la norma richiede siano pubblicati sul proprio sito/portale, nel caso in cui un cittadino rilevasse la mancata pubblicazione di uno o più dati, di seguito sono riportate le modalità attraverso le quali esercitare il diritto di accesso civico.

Il diritto di accesso può essere esercitato da chiunque ed esercitato mediante richiesta scritta in carta semplice, presentata al protocollo dell’ente e indirizzata al Responsabile della trasparenza.

 

La richiesta:

- non è soggetta a requisiti di legittimazione soggettiva, non è motivata ed è esente da spese;

- è rivolta al responsabile della trasparenza presso la singola amministrazione;

 

4.1 Il procedimento

 

Il Responsabile dell'accesso civico, dopo aver ricevuto la richiesta, la trasmette tempestivamente al Responsabile del Servizio  competente per materia e ne informa il richiedente.

Il Responsabile del Servizio  interessato, entro trenta giorni dalla ricezione della comunicazione del

Responsabile dell' accesso civico, pubblica nel sito web comunale il documento, l'informazione o il dato richiesto e, contemporaneamente, comunica al richiedente e al Responsabile trasparenza l'avvenuta pubblicazione.

Altrimenti, se quanto richiesto risulta già pubblicato, ne dà comunicazione al richiedente e al Responsabile trasparenza.

 

4.2 Ritardo o mancata risposta

Nel caso in cui il Responsabile del Servizio  competente o ometta la pubblicazione o non dia risposta, il richiedente può ricorrere al Responsabile Trasparenza- titolare del potere sostitutivo, utilizzando l’apposito modulo. Il titolare del potere sostitutivo è tenuto a rispondere al richiedente entro quindici giorni dalla ricezione del sollecito.

 

4.3 Tutela dell'accesso civico

Contro l’eventuale silenzio sulla richiesta di accesso civico connessa all'inadempimento degli obblighi di trasparenza, e previa effettuazione del sollecito e decorsi i quindici giorni dalla data dello stesso, il richiedente può proporre ricorso al giudice amministrativo.

Può, altresì, ricorrere al giudice amministrativo entro trenta giorni dalla presa di conoscenza della decisione dell'Amministrazione eventualmente oggetto del documento, dell’informazione o del dato per il quale ha esercitato il diritto di accesso civico.

 

5. Le azioni specifiche di trasparenza del Comune

 

5.1 Iniziative concernenti l’integrità e la legalità dell’azione amministrativa – prevenzione della corruzione

 

Si intende proseguire sul fronte delle iniziative concernenti l’integrità e la legalità dell’azione amministrativa e la prevenzione della corruzione anche attraverso la decisiva opera dell’Organismo Comunale di Valutazione, che avrà il compito, tra gli altri, di definire i parametri sui quali ancorare la valutazione delle performance organizzative dell’ente e dei singoli responsabili delle aree, anche con riferimento alla trasparenza e integrità dei comportamenti della gestione amministrativa.

Si programmeranno incontri formativi volti ad acquisire le necessarie competenze per la predisposizione di un sistema organizzato di prevenzione dei possibili comportamenti non corretti da parte dei dipendenti in modo da consentire all’organizzazione di essere sicura di aver fatto tutto quanto possibile per non correre rischi non previsti e non voluti, ferme restando naturalmente le responsabilità individuali.

 

5.2 Le iniziative mirate di comunicazione istituzionale

 

Nell’ambito organizzativo interno, l’ente intende perseguire alcuni specifici obiettivi che possano contribuire a rendere più efficaci le pol

indietro

COMUNE DI DECOLLATURA

P. IVA 01207810795

Piazza G. Perri, 5 - 88041 Decollatura (CZ)
Tel 0968 61169 - Fax 0968 61247
Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Google Chrome

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.132 secondi
Powered by Simplit CMS